Link building: Creatività, Tecnica e strategia per i nostri link.

È risaputo: la link building, se fatta bene, può migliorare la visibilità naturale di un sito web.

Spesso però, è un’attività tattica, basata su approcci obsoleti privi di efficacia.

Valutare il profilo di backlink esistente, permette invece di condurre una qualsiasi campagna di link building, in modo strategico e in totale sicurezza, senza incappare in rovinose penalizzazioni.

La link building è molto importante perché se fatta bene fa avere uno “slancio” nella serp di google.

Per fare ciò bisogna ricevere backlink da siti autorevoli scrivendo articoli seo e farsi linkare da questi siti importanti.

La link building è una tecnica SEO volta a incrementare il numero e la qualità dei link in ingresso verso un sito web. La link buidling contribuisce, con modalità che ad oggi non sono perfettamente chiare, sia ad aumentare il “valore” di un dominio che, eventualmente, il posizionamento su Google di alcune pagine di quel dominio. In genere la tecnica consiste nel fare in modo di aggiungere link (mediante richiesta via email, forum di discussione, acquisto diretto di link e commenti sui blog) al sito che ci interessa promuovere, facendo in modo che Google interpreti questo come un “segnale” di autorevolezza. Lo scopo di questa pratica, in altri termini, è quello di incrementare la popolarità del sito in questione, a volte per conferire maggiore autorevolezza alla fonte, altre per motivi prettamente commerciali. La varietà di strategie che si possono applicare per realizzarla vanno dall’iscrizione su forum tematici con il sito (allo scopo di linkarlo alla prima occasione) fino alla distribuzione di articoli targetizzati su una o più parole chiave, allo scopo di valorizzare l’utilità (vera o presunta) di certe pagine del sito stesso (ad esempio un articolo che parla dei migliori lettori MP3 e linka un sito di comparazione prezzi).

Un tempo Google dava molto valore al numero di questi link, tanto che anche un sito scadente poteva posizionarsi molto bene su Google se aveva un buon numero di link in ingresso. Oggigiorno, per quanto persistano nelle prime posizioni di Google alcuni siti scadenti, le cose sono leggermente cambiate: il motore di ricerca non valuta solamente il numero dei link, ma tiene conto della loro provenienza, della loro qualità, della loro natura e quasi certamente di molti altri aspetti non noti agli utenti comuni. Motivo per cui la link building, al giorno d’oggi, deve essere sempre contestualizzata e relazionata alla nicchia di riferimento. In questo ambito, è fondamentale comprendere l’importanza del testo utilizzato per linkare la pagina: la cosiddetta anchor text è, in qualche modo, “orientativa” sia per l’utente che per Google, ed aiuta a comprendere l’uso e la natura del backlink stesso. Un’anchor text sulla falsariga di “migliori prodotti”, ad esempio, può effettivamente orientare all’acquisto dei migliori prodotti di un determinato settore.

I link provenienti da siti web affidabili continuano ad essere un indicatore di valore per Google, mentre quelli costruiti ad hoc per permettere un miglior posizionamento sono spesso considerati negativamente, e possono portare a una penalizzazione manuale: non solo il sito non migliora la propria posizione su Google, ma probabilmente la vedrà peggiorare oppure verrà ignorato. All’aumentare del Domain Rating (DR) aumenta anche la possibilità di farsi trovare dai motori di ricerca, per questo motivo è importante ottenere link da siti web autorevoli e ben posizionati su Google.

Link building: Creatività, Tecnica e strategia per i nostri link.
Link building: Creatività, Tecnica e strategia per i nostri link.

 

Vedete questo video: